STOP AL CEMENTO – MORATORIA SUBITO

ARBC62 - manif3003 v2

 

LA RETE DEI COMITATI
IL FORUM SALVIAMO IL PAESAGGIO DI ROMA E DEL LAZIO
LA CAROVANA DELLE PERIFERIE

Incontrano il Commissario di Roma Capitale Francesco Paolo Tronca
INVITANO I CITTADINI, I COMITATI E LE ASSOCIAZIONI
AL PRESIDIO/ASSEMBLEA “STOP AL CEMENTO – MORATORIA SUBITO”
IL 30 MARZO 2016 ALLE ORE 16:30 IN PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO – PARTECIPIAMO!

Una delegazione di cittadini incontrerà il Commissario per scongiurare l’ulteriore aggressione speculativa e il saccheggio del territorio che le nuove delibere comunali favoriscono utilizzando strumenti come il piano casa, i diritti edificatori e le compensazioni e per fermare la continua espansione urbana incontrollata e caotica che devasta ciò che rimane dell’Agro Romano, delle aree verdi ed interstiziali di Roma, chiediamo ai commissari, alle giunte ed ai consiglieri municipali in carica, al futuro sindaco, alla sua giunta, ed ai consiglieri del prossimo consiglio comunale:

a) UN’INCHIESTA PUBBLICA che risponda alla cittadinanza romana delle evidenti violazioni e che -soprattutto- sia in grado di quantificare la mole delle opere pubbliche ancora da realizzare o come per lo scandalo dei Piani di Zona (L.167/68), l’ammanco di soldi pubblici provocato dalla mala urbanistica;
b) UNA MORATORIA immediata di tutti i provvedimenti urbanistici all’ordine del giorno dell’assemblea capitolina, sia quelli già istituiti che in corso di istruttoria;
c) LA VALUTAZIONE E LA PUBBLICAZIONE dello stato di indebitamento del Comune di Roma;
d) IL RECUPERO, LA RIQUALIFICAZIONE ED IL RIUSO a fini sociali delle aree e degli edifici pubblici dismessi, come beni inalienabili;
e) LA CANCELLAZIONE DEGLI ARTICOLI della normativa tecnica del vigente Piano Regolatore Generale (PRG) CHE INTRODUCONO I “DIRITTI EDIFICATORI”;
F) LA FINE DELLA PRATICA DELLE “COMPENSAZIONI”;
g) LA CESSAZIONE DEGLI “ACCORDI DI PROGRAMMA” come grimaldello per variare il PRG;
h) LA MESSA IN SICUREZZA DEI TERRITORI interessati dai dissesti geologici e idrogeologici;
i) LA TUTELA DEGLI STANDARD URBANISTICI dei quartieri consolidati, un serio progetto di sostegno alla loro manutenzione e salvaguardia, la revisione delle procedure del piano casa;
j) LA TUTELA DELLE AREE SENSIBILI, delle aree ancora verdi e del patrimonio botanico della città con l’approvazione di un regolamento del verde urbano consono a una capitale come Roma;
k) L’APPROVAZIONE DI UNO SCHEMA DI CONVENZIONE GENERALE CONSERVATIVO e più attento al territorio.

LA RETE DEI COMITATI: Salviamo il Paesaggio Roma e Lazio, Consiglio Metropolitano Partecipato di Roma, Comitato No Corridoio Roma-Latina per la Metropolitana Leggera, Comitato di quartiere Roma XVI Pisana Estensi, Associazione Culturale Respiro Verde Legalberi, Q.R.E. Quartieri Riuniti in Evoluzione Municipio VI, Comitato di Difesa del Territorio Colli Prenestini Castelli Romani, Comitato Villa Blanc, Comitato Via Francigena via Labicana via Casilina, Associazione Radicale Ecologista, Mobilitiamoci, Aspettare Stanca, associazione di promozione sociale, Comitato Roma XII per i beni comuni, CdQAxa Sicura, SOS Ambiente, ACRI-Gente di Aguzzano IV Municipio,Comitato per la Salvaguardia di Grottaperfetta Stop I-60, Comitato cittadino della Vittoria, Associazione Viviamo Vitinia O.N.L.U.S., Comitato Romano di appoggio al Movimento dei Sem Terra, Associazione Ottavo Colle, C.A.L.M.A. Coordinamento Associazioni del Lazio per una Mobilità Alternativa, Forum Territoriale Permanente del Parco delle Energie, CdQ Tor Bella Monaca, Sentinelle degli Alberi, Rete di Pace–Laboratorio Monteverde, Coordinamento Comitati Spontanei Ambientalisti, Coordinamento Agro Romano Bene Comune, Associazione Latium Vetus, Comitato Collina di Pietralata, No Cemento Roma Est, Sopra e sotto il Quadraro.

Per info e comunicazioni:
Gualtiero Alunni 3332152909 – 3381137155 – Giuseppina Granito 3336954536

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.