nuova lettera al comune di roma

Spett. le Sindaco di Roma Capitale
Dott. Ignazio Marino
Ogg.: cedimenti diffusi e crolli allarmanti della rete sotterranea di cavità nel vecchio Quadraro In qualità di cittadini romani costituitisi in Comitato ”Sopra e sotto il Quadraro”, ci rivolgiamo a Lei perchè intervenga, con l’autorevolezza che la Sua carica conferisce, per rimuovere quegli ostacoli che fino ad ora hanno impedito di affrontare e risolvere i gravi problemi che interessano il nostro quartiere.
La presenza di una vasta rete di cavità che si sviluppano nel sottosuolo del nostro territorio
(comprensorio Centocelle, sub-comprensorio Quadraro,di competenza Municipio V ex VI) ha determinato il verificarsi di ripetuti cedimenti del terreno, con conseguenti crolli, anche di edifici (via Columella 2009 e via C. Ridolfi 2014 i più gravi). Tali eventi catastrofici, sintetizzati nella documentazione allegata, non hanno riscontro paragonabile a Roma nonostante la città sia caratterizzata da estesi sistemi caveali, e sono riconducibili all’accentuarsi del degrado del sottosuolo, anche per incuria e omissioni di anni da parte delle Istituzioni preposte, con diverso titolo, responsabilità e poteri, alla salvaguardia del territorio e alla sicurezza di chi vi abita: il Municipio, i Dipartimenti di Pianificazione, Manutenzione Urbana, Ambiente, le Aziende di Servizi.
Ancora oggi, di fronte all’evidenza dei fatti ed alla correttezza, nel merito e nel metodo, delle nostre istanze di intervento, ciascuno, presentando le sue giustificazioni, omette di prendere provvedimenti adeguati, ignorando che le proprie responsabilità istituzionali, al di là del dovere che impongono, possono diventare penali.
Dopo aver contattato e cooptato i migliori esperti e conoscitori della geologia dei luoghi, e
ottenuto il supporto dei tecnici più coscienti dell’Amministrazione in seno alla Pianificazione, ci siamo fatti noi carico, in modo democratico, partecipativo e civile, di costituire gruppi tecnici qualificati e volontari per reperire e rimettere insieme documenti, studi e ricerche esistenti, ma mai utilizzate. Questo lavoro ci ha consentito di formulare proposte e metodologie di studio e di intervento percorribili e sostenibili, (di cui in allegato presentiamo uno schema).
Considerando l’importanza fondamentale di un coordinamento dei vari settori coinvolti su
questi temi, riteniamo sia inevitabile un suo intervento diretto e personale per scuotere l’inerzia degli organi preposti, e per indicare il modo legalmente corretto per reperire le necessarie risorse economiche (non così ingenti come quelle richieste per le “grandi opere” o i grandi eventi) da destinare alle azioni che abbiamo più volte sollecitato, ritenendole vitali, urgenti ed indilazionabili.
La pericolosità della situazione (nuove crepe riconducibili allo stesso fenomeno di cedimento del sottosuolo si stanno manifestando in un’altra abitazione) ci impone di chiederLe un incontro urgente (non oltre 10 giorni da oggi ), nel quale il nostro gruppo tecnico potrà fornire qualunque chiarimento e approfondimento ritenesse utile.
Fiduciosi in una risposta sollecita e partecipe inviamo distinti saluti il GRUPPO TECNICO per il Comitato di cittadini per la tutela del territorio “SOPRA E SOTTO IL QUADRARO”
All: 1-2-3 Roma……………….

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.